Category Archives: English

(it-en) Iran: Rivolta nelle carceri iraniane (26/03/2020)

https://actforfree.nostate.net/wp-content/uploads/2020/03/90853163_2714008672050368_6900191395718365184_n.jpgIran: Rivolta nelle carceri iraniane (26/03/2020)

Il 26 marzo 2020, dopo le proteste per lo sciopero della fame dei prigionieri in alcune carceri iraniane, a causa delle cattive condizioni di detenzione e della diffusione del coronavirus e anche della morte di diversi prigionieri, si sono ribellati i prigionieri di alcuni reparti della prigione centrale di Tabriz, una città del nord-ovest dell’Iran.

Secondo le notizie ufficiali delle agenzie di stampa statali, le forze di polizia hanno assediato le zone circostanti e si sono sentiti degli spari. Continue reading

(it-en) Italia: Aggiornamenti su Manu, Stecco, Juan e Sasha (febbraio – marzo 2020)

Italia: Aggiornamenti su Manu, Stecco, Juan e Sasha (febbraio – marzo 2020)

Stecco dall’ 11 febbraio è sottoposto al regime della detenzione domiciliare, le restrizioni principali sono l’impossibilità di vedere persone pregiudicate. Manu invece è attualmente agli arresti domiciliari dal 5 marzo, ha tutte le restrizioni e può vedere solo familiari conviventi. Sasha è libera, le sono state tolte le misure dell’obbligo di dimora e del rientro notturno! Continue reading

(it-en) Lecce, Italia: Interruzioni (marzo 2020)

https://roundrobin.info/wp-content/uploads/2020/03/Interruzioni.jpgLecce, Italia: Interruzioni (marzo 2020)

Che la vita sociale si svolga a distanza, in fondo, non è una novità. Ormai da tempo le persone vengono persuase che il modo migliore per comunicare e avere relazioni sia quello che utilizza un dispositivo. Protesi dell’essere umano, lo smartphone e i suoi affini, hanno trasformato i modi di stare assieme, di informarsi, imparare, comunicare, scrivere, leggere. Il passo successivo è una robotizzazione del vivente, la tecnica che pervade ogni luogo, ogni aspetto della vita quotidiana. Un superamento della natura e del naturale a favore di esseri e luoghi artificiali. Uno scenario simile non ha bisogno di vita sociale, non ha bisogno di relazioni, emozioni, pensieri, ha bisogno solo di ordine, disciplina, regolamentazione, macchine. Forse ora il Dominio prova a fare un passo in avanti e utilizza un problema sanitario, la diffusione di un virus, per arrivare quanto meno ad un’irreggimentazione generalizzata, il resto poi andrà da sé. Continue reading

(it-en) Italia: Su una sentenza e qualcosa d’altro. Un testo di Marco dal carcere di Alessandria

https://anarhija.info/library/i-u-italija-uvijek-visoko-uzdignute-glave-poziv-na-1.jpgItalia: Su una sentenza e qualcosa d’altro. Un testo di Marco dal carcere di Alessandria

Non nascondo una certa monomania. Ho spesso avuto a che fare con la repressione. L’ho subita, affrontata, malamente provando a capirci qualcosa. Ne ho scritto per anni sulle riviste, non fosse altro perché riguarda personalmente me ed altri compagni. Per ironia della sorte mi ritrovo da qualche anno a far lo stesso, ma in qualità di prigioniero e assieme ad altri nella stessa condizione, sull’indagine che ha portato all’arresto mio e di vari altri compagni ed alla condanna di cinque di noi. Farei volentieri a meno di un simile protagonismo, ma ci tengo a tenere informati tutti i compagni. Ci tengo perché un processo è una resa dei conti di varie esperienze sulle quali ogni tanto è bene tornare a discutere per non lasciarle cadere al livello di un nozionismo futile. Nel processo cosiddetto “Scripta Manent” è confluito di tutto. In un anno e mezzo di udienze – per non parlare della quantità di atti depositati – sono state trattate ovviamente le biografie personali – degli imputati ma non solo – ci sono state digressioni storico-sbirresche sull’anarchia, si è discusso dei precedenti giudizi contro gli anarchici, delle pratiche armate – passate e presenti – di esperienze editoriali, di piazza… “Un intreccio, talvolta inestricabile”, così esordisce il giudice nella premessa delle motivazioni di sentenza. È già una buona notizia sapere che l’anarchia risulti incomprensibile a donne e uomini di legge. Ma vediamo cosa scrivono a conclusione del primo grado del processo. [Tutto ciò che si trova tra virgolette (” “) è tratto dalle motivazioni della sentenza]. Continue reading

(it-en) Italia: Operazione “Scripta Manent” – Anna è stata trasferita dal carcere di Lecce a Messina (marzo 2019)

Italia: Operazione “Scripta Manent” – Anna è stata trasferita dal carcere di Lecce a Messina (marzo 2019)

Apprendiamo che Anna (anarchica prigioniera dal 06/09/2016 per l’operazione Scripta Manent, condannata il 24/05/2019 a 17 anni con la sentenza di primo grado del processo) è stata trasferita dal carcere di Lecce a quello di Messina. Il trasferimento non sembra sia dovuto a provvedimenti disciplinari ma alla necessità di reperire celle libere nel carcere di Lecce. Continue reading

(it-en) Italia: Aggiornamento su Davide Delogu e trasferimento nel carcere di Palermo (marzo 2020)

Italia: Aggiornamento su Davide Delogu e trasferimento nel carcere di Palermo (marzo 2020)

Da colloquio telefonico avvenuto quest’oggi, apprendiamo che Davide si trova sempre in isolamento al carcere Pagliarelli, dove è stato trasferito recentemente. Attualmente, dopo le proteste, sono diversi i prigionieri che si trovano in isolamento. Dopo l’ennesimo trasferimento e tentativo di isolare Davide dai suoi affetti e compagni, è importante far sentire la nostra solidarietà. Continue reading

(it-en) Italia: Sul prelievo coatto di DNA a Juan nel carcere di Terni (marzo 2020)

Italia: Sul prelievo coatto di DNA a Juan nel carcere di Terni (marzo 2020)

Come ci aveva annunciato in una lettera precedente, il 4 marzo 2020, nel carcere di Terni, si è svolto il prelievo coatto del DNA a Juan. In seguito a un suo precedente rifiuto, il PM aveva chiesto e ottenuto dal GIP di Venezia l’autorizzazione a procedere “con mezzo di coercizione fisica”. Il 4 marzo erano presenti, oltre all’avvocato, un medico, due periti (presumibilmente del RIS di Parma), due graduati e tre guardie carcerarie. Juan ha opposto una resistenza passiva, simbolica, sedendosi per terra, abbassando la testa e rifiutandosi per principio di aprire la blocca. È stato alzato di peso dalle guardie, che gli hanno aperto la bocca con la forza mentre i periti gli infilavano il tampone in bocca. Una coercizione da protocollo. Continue reading

(it-en) Atene, Grecia: Rivendicazione dell’attacco contro una filiale della Banca del Pireo, a dieci anni dalla morte di Lambros Fountas (10/03/2020)

Atene, Grecia: Rivendicazione dell’attacco contro una filiale della Banca del Pireo, a dieci anni dalla morte di Lambros Fountas (10/03/2020)

Oggi, 10 marzo 2020, nel decimo anniversario dell’assassinio del rivoluzionario anarchico Lambros Fountas, membro di Lotta Rivoluzionaria, da parte degli assassini stipendiati dello Stato, abbiamo attaccato la Banca del Pireo in viale Athinon. La facciata e il bancomat sono stati distrutti, è stata gettata della vernice e vergato uno slogan in suo onore. Continue reading

(it-en) Dopo dieci anni! Lambros Fountas vive nel cuore di ogni combattente (marzo 2020)

https://actforfree.nostate.net/wp-content/uploads/2020/03/timi_gia_panta_ston_anarhiko_epanastati_lampro_fointa-768x413-1.pngDopo dieci anni! Lambros Fountas vive nel cuore di ogni combattente (marzo 2020)

«Esistono alcune persone per le quali ci sarebbero dovute essere montagne con i propri nomi scritti sopra di esse per sempre. Le lapidi non sono abbastanza alte…».

Il 10 marzo 2010, ad Atene, Lambros Fountas, anarchico e membro di Lotta Rivoluzionaria, cade morto in uno scontro armato con i servi in uniforme dello Stato, durante un’azione preparatoria dell’organizzazione. Continue reading

(it-en-fr) Italia: È uscito il numero 4 del giornale anarchico “Vetriolo” (marzo 2020)

https://roundrobin.info/wp-content/uploads/2020/02/pagina-1-vetriolo-n-4.jpgItalia: È uscito il numero 4 del giornale anarchico “Vetriolo” (marzo 2020)

A un anno di distanza dall’ultima pubblicazione è disponibile un nuovo numero del giornale anarchico “Vetriolo”. Come sempre rimangono centrali l’approfondimento teorico, l’analisi dello Stato, il dialogo con i compagni prigionieri. Il dibattito-intervista con Alfredo Cospito, rinchiuso nel carcere di Ferrara, che giunge qui alla fine con la terza ed ultima parte, ne è fulgido esempio.

Per fare scacco al Re serve anzitutto rabbia. Serve sangue nelle vene. Serve una forza trascendente, l’orizzonte dell’Utopia, parallela e contraria alla retorica del dominio. Ma serve anche lo studio. Serve ragionare, leggere e approfondire. Serve l’analisi delle forze in campo sulla scacchiera, della disposizione dei servi, delle torri e dei cannoni a difesa del Re. Occorre quella che nei manuali viene chiamata la miglior mossa per il nero. Questo continuiamo a fare su “Vetriolo”. Rabbia e approfondimento. Riflessione, studio, creatività. Continue reading

(it-en) Atene, Grecia: Assunzione di responsabilità per l’incendio di quattro veicoli turistici situati vicino alla collina di Philopappou nell’area di Koukaki (19/02/2020)

https://actforfree.nostate.net/wp-content/uploads/2020/02/3.pngAtene, Grecia: Assunzione di responsabilità per l’incendio di quattro veicoli turistici situati vicino alla collina di Philopappou nell’area di Koukaki (19/02/2020)

Un incendio di quattro furgoni VIP (piccoli taxi turistici) ha avuto luogo alle prime ore del mercoledì [19 febbraio 2020] a Koukaki, vicino alla collina di Philopappou.

Abbiamo compiuto questo attacco come rappresaglia e come segno di solidarietà con le persone che sono state picchiate e arrestate dalle forze repressive dello Stato durante la rioccupazione degli edifici occupati a Koukaki, come anche in solidarietà con coloro che sono stati arrestati a seguito degli sgomberi. Continue reading

(it-en) Salonicco, Grecia: Rivendicazione del sabotaggio di ventidue telecamere (gennaio 2020)

Salonicco, Grecia: Rivendicazione del sabotaggio di ventidue telecamere (gennaio 2020)

«Tra idea e realtà,
tra movimento e azione,
cade l’ombra»

La società del controllo sta seminando “occhi” per la sorveglianza in ogni quartiere. Ci riuniremo per distruggerli, in modo da poterci muovere liberamente e con flessibilità sulle strade e nelle strette vie delle città, osservando e non essendo osservati. Continue reading

(it-en) Atene, Grecia: Proteste e scontri contro la polizia a seguito di un poliziotto che minaccia di sparare agli studenti nell’università di economia (24-28/02/2020)

https://actforfree.nostate.net/wp-content/uploads/2020/03/ERucKEwXUAEhu7A-768x432.jpg

Atene, Grecia: Proteste e scontri contro la polizia a seguito di un poliziotto che minaccia di sparare agli studenti nell’università di economia (24-28/02/2020)

Tutto è iniziato lunedì 24 febbraio 2020 all’interno della sede dell’Università di Economia di Atene, quando un poliziotto non in servizio e in borghese è sceso dalla bicicletta e ha iniziato a molestare un venditore ambulante migrante che stava fuori dal cancello principale. Il poliziotto è stato notato da degli studenti anarchici a causa dei suoi stivali e del suo casco che portavano le insegne della polizia ed è stato subito affrontato. Continue reading

(it-en-fr-es) Porto, Portogallo: Aggiornamenti su Gabriel Pombo Da Silva

https://attaque.noblogs.org/files/2020/02/farf.jpgPorto, Portogallo: Aggiornamenti su Gabriel Pombo Da Silva

Dopo un mese di detenzione del nostro compagno Gabriel, arrestato il 25 gennaio scorso in Portogallo, il tribunale di Guimaraes si è espresso a favore dell’estradizione nello Stato spagnolo.

Questa notizia non ci stupisce, vista la vendetta che la giudice Mercedes Navarro del tribunale numero due di Girona vuole mettere in atto nei confronti di Gabriel. Questa giudice è la stessa che nel maggio del 2016 avvisò l’allora direttore del carcere di Dueñas (Palencia) di occultare l’ordine di liberazione immediata per Gabriel che, dopo tre settimane di “sequestro” assaporò finalmente la libertà il 16 giugno (per questo la Navarro fu denunciata per “prevaricaciòn“). Continue reading

(it-en-fr) Pau, Francia: Damien è di nuovo in prigione (febbraio 2020)

Pau, Francia: Damien è di nuovo in prigione (febbraio 2020)

Il compagno anarchico Damien Camélio è di nuovo in galera. È rinchuiso nella prigione di Pau, per scontare una pena di cinque mesi. È stato condannato per violenza su un agente di polizia, a causa di un litigio avvenuto a Saint Malo, il 31 luglio 2017. Continue reading

(it-fr) Montreuil, Francia: Porte aperte all’ufficio di collocamento (21/02/2020)

Montreuil, Francia: Porte aperte all’ufficio di collocamento (21/02/2020)

Nella notte fra il 20 e il 21 febbraio [2020], abbiamo preso unilateralmente appuntamento all’ufficio di collocamento di Montreuil [città limitrofa a Parigi], nella zona Croix de Chavaux. Arrivati* per prim* per l’evento “porte aperte” del venerdì, abbiamo svuotato un estintore pieno di vernice sull’entrata di questa istituzione di merda. È stato divertente vedere che qualche goccia di vernice li obbiga a chiudere l’entrata per diversi giorni. Continue reading

(it-en) Italia: Approccio becero e maldestro dei servizi… (febbraio 2020)

Italia: Approccio becero e maldestro dei servizi… (febbraio 2020)

Ogni mercoledì, da qualche mese, svolgo la mia attività lavorativa a Firenze, in diversi ambulatori, sparsi in città. Quando ho iniziato, non avendo ancora un sito, le persone arrivavano a me per conoscenza quindi non vedevo quasi nessuno; un giorno un uomo, sulla sessantina, con spiccato accento romano, mi contattò telefonicamente dicendomi di avermi trovata su internet. La cosa mi sembrò strana, non avendo io facebook, né sito, né linkedin, o altro ancora, ma lui continuava a sostenere che la moglie aveva una schermata su facebook dove c’era il mio nome. Continue reading

(it-en) Italia: Operazione “Prometeo” – Aggiornamento del 20 febbraio 2020

https://anarhija.info/library/i-a-italia-aggiornamento-su-prigionieri-anarchici-1.jpgItalia: Operazione “Prometeo” – Aggiornamento del 20 febbraio 2020

Il 14 febbraio è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari per l’operazione repressiva denominata Prometeo che ha portato all’arresto di Natascia, Robert e Beppe (per tutti gli aggiornamenti precedenti potete consultare questo link). Decorsi 20 giorni dalla notifica, il PM valuterà come procedere e fisserà un’udienza preliminare.

E’ notizia di ieri, invece, che l’istanza per gli arresti domiciliari in alternativa alla custodia in carcere presentata dagli avvocati di Natascia è stata purtroppo rigettata. Gli avvocati avranno tempo fino al 28 febbraio per impugnare il rigetto e fare ricorso in appello. Continue reading

(it-en-fr) Tolosa, Francia: Questa notte abbiamo riso davvero (11/12/2019)

Tolosa, Francia: Questa notte abbiamo riso davvero (11/12/2019)

Nella notte fra il 10 e l’11 dicembre*, a Tolosa, in rue Georges Labit, con il cuore che batteva più veloce del solito e la fronte perlata di sudore, abbiamo incendiato tre macchine di alcune schifezze. Un’utilitaria di Engie Ineo [impresa francese, filiale del gigante dell’energia Engie, specializzata nell’elettronica e nella videosorveglianza], una bella macchina di un qualche quadro di Engie Ineo e un’utilitaria di Dalkia (EDF) [filiale di Électricité de France che si occupa di energie rinnovabili].
Per dirla con parole semplici, ci annoiamo in questa vita di merda e vogliamo bruciare tutto. Continue reading

(it-en-fr) Basilea, Svizzera: Contro il lavoro – Incendiata una automobile di Adecco (28/01/2020)

https://sansattendre.noblogs.org/files/2017/10/index.pngBasilea, Svizzera: Contro il lavoro – Incendiata una automobile di Adecco (28/01/2020)

Martedì [28 gennaio 2020], verso le ore 2.15, una pattuglia della polizia ha notato che la parte anteriore di un veicolo aziendale era in fiamme, in Neubadstrasse, a Basilea. La polizia è riuscita a spegnere l’incendio e a salvare l’auto dalla distruzione totale. Questo è quanto scrivono i media regionali.

L’auto bruciata appartiene ad Adecco, una delle più grandi aziende di lavoro interinale del mondo. Continue reading

(it-en-fr-es) Montevideo, Uruguay: Attacco incendiario contro un veicolo di una compagnia di sicurezza (03/02/2020)

Montevideo, Uruguay: Attacco incendiario contro un veicolo di una compagnia di sicurezza (03/02/2020)

Durante la notte del 3 febbraio [2020], abbiamo «ostacolato» la «sicurezza» della società privata di «sicurezza» G4S, e appiccato il fuoco a uno dei suoi veicoli, all’incrocio tra le vie Cufré e Cagancha, distruggendolo completamente.

Non importa quante telecamere installino, non si sentiranno al sicuro, né fermeranno la lotta. Continue reading

(it-en-fr) Italia: Ci risiamo – Rinvenute microspie a Pisa e a Follonica (31/01/2020)

Italia: Ci risiamo – Rinvenute microspie a Pisa e a Follonica (31/01/2020)

In data 31 Gennaio sono state rinvenute microspie* nella sede del Garage Anarchico di Pisa e nell’abitazione di un compagno a Follonica. I marchingegni erano collegati all’impianto elettrico degli stabili e sono serviti per ascoltare le conversazioni per un periodo di svariati mesi. C’è da dire che gli spioni sono entrati negli ambienti sfruttando una tecnologia che fa una sorta di ecografia all’interno delle serrature. Continue reading

(it-en-es) Buenos Aires, Argentina: Attacco esplosivo contro una macelleria – Per la liberazione animale e contro il progresso (28/01/2020)

Buenos Aires, Argentina: Attacco esplosivo contro una macelleria – Per la liberazione animale e contro il progresso (28/01/2020)

Ci assumiamo la piena responsabilità di aver lasciato un cogegno esplosivo davanti a una macelleria in via Mansilla, angolo con via Larrea, la notte di martedì 28 gennaio, a Buenos Aires. L’ordigno era composto da due bombolette di gas butano, un petardo e un litro di benzina. Non sappiamo cosa sia successo, ma era destinato a danneggiare questo maledetto stabilimento sfruttatore e a terrorizzare quei civilizzati che sfruttano gli animali e danneggiano la terra in nome del progresso, senza preoccuparsi di nulla. Continue reading

(it-en) Trento, Italia: Corteo antifascista contro la commemorazione dei “martiri delle foibe” (09/02/2020)

https://roundrobin.info/wp-content/uploads/2020/02/FOIBE20web.jpgTrento, Italia: Corteo antifascista contro la commemorazione dei “martiri delle foibe” (09/02/2020)

Domenica 9 febbraio.
Ore 19.00, piazza Fiera, Trento.
Scendiamo in piazza.

Contro la falsificazione storica sulle foibe.
Contro i neofascisti.
Contro la legittimazione del colonialismo di ieri che serve a giustificare il colonialismo di oggi.
Contro gli accordi Italia – Libia e contro l’intervento militare. Continue reading

(it-en) Italia: Operazione “Prometeo” – Aggiornamento sulla scarcerazione di Robert (febbraio 2020)

Italia: Operazione “Prometeo” – Aggiornamento sulla scarcerazione di Robert (febbraio 2020)

Il 4 febbraio si è tenuta l’udienza per il ricorso in cassazione che il p. m. Piero Basilone aveva presentato contro la scarcerazione di Robert [scarcerato il 2 dicembre 2019]. Il ricorso è stato respinto e dichiarato inammissibile, e Robert rimane libero e senza misure. Continue reading

(it-en) Italia: Aggiornamento da Leo (febbraio 2020)

Italia: Aggiornamento da Leo (febbraio 2020)

Dal primo colloquio con Leonardo Landi (Leo) nel carcere di Vibo Valentia

Dopo il trasferimento da Lucca a Vibo Valentia, a Leo è stata applicata la censura sulla corrispondenza: i motivi di tale provvedimento, come del resto quelli dell’inaspettato trasferimento, non sono ancora noti ma di fatto a Leo non è ancora stata consegnata (a ieri) alcuna lettera, telegramma o piego di libro che gli era stato inviato. Continue reading

(it-en-fr) Atene, Grecia: E’ terminato il processo contro l’anarchico Dinos Giagtzoglou (24/01/2020)

Atene, Grecia: E’ terminato il processo contro l’anarchico Dinos Giagtzoglou (24/01/2020)

La seconda Corte d’appello di Atene, situata all’interno del carcere di Korydallos, composta da tre giudici, ha scagionato Dinos dai reati di appartenenza e partecipazione ad un’organizzazione terroristica (l’accusa si riferiva alla Cospirazione delle Cellule di Fuoco), fabbricazione di esplosivi e finanziamento di un’organizzazione terroristica, ritenendolo colpevole di possesso di materiale esplosivo e di possesso illegale di pistole e munizioni. Continue reading

(it-en) Atene, Grecia: Aggiornamento e nuova chiamata alla solidarietà con i tre anarchici arrestati il 28 gennaio (29/01/2019)

Atene, Grecia: Aggiornamento e nuova chiamata alla solidarietà con i tre anarchici arrestati il 28 gennaio (29/01/2019)

Mercoledì 28 gennaio, gli anarchici latitanti Giannis Michailidis e Kostantina Athanasopoulou sono stati arrestati, insieme alla compagna D. Valavanis, a seguito di una operazione antiterrorismo nella zona di Agia paraskeui, ad Atene. I compagni sono stati inizialmente trasferiti al GADA (comando centrale della polizia ad Atene), mentre la compagna D. Valavanis ha dovuto essere ricoverata in ospedale dopo che il suo DNA le è stato estratto con la forza mentre opponeva resistenza. Oggi, giovedì 29 gennaio, le compagne hanno passato un pubblico ministero e un interrogatorio di 24 ore. Chiamiamo ad una presenza solidale per domani, venerdì 31, all’edificio 9 del tribunale di Evelpidon, alle ore 10.30, sostenendo coloro che sono testardi e militanti nella difesa delle pratiche e dei valori anarchici. Continue reading

(it-en-fr) Parigi, Francia: Contro la riforma e il suo mondo, moltiplichiamo gli attacchi! (24/01/2020)

https://attaque.noblogs.org/files/2020/01/bournazel-300x225.jpegParigi, Francia: Contro la riforma e il suo mondo, moltiplichiamo gli attacchi! (24/01/2020)

Questa mattina [venerdì 24 gennaio], gli abitanti del 18mo arrondissement di Parigi hanno potuto constatare che il locale del partito Les Républicains [il principale partito di destra, già “RPR” ai tempi della presidenza di Jacques Chirac e “UMP” ai tempi di quella di Nicolas Sazkozy] è stato preso d’assalto questa notte: la vetrina è stata infranta e una scritta, “Juppé, Woerth, Delevoye, la stessa lotta”, è stata lasciata [Alain Juppé è stato primo ministro durante la presidenza di Chirac; Eric Woerth è stato ministro del lavoro in quella di Sarkozy; Jean-Paul Delevoye, ex RPS, ex UMP, attualmente parlamentare di La République en Marche, il partito di Emmanuel Macron, è stato l’estensore del progetto di riforma delle pensioni; la Francia negli ultimi mesi è stata agitata dall’opposizione a questo progetto di riforma]. Continue reading

(it-en-fr) Atene, Grecia: Arrestati gli anarchici Konstantina Athanasopoulou e Giannis Michailidis (29/01/2020)

Atene, Grecia: Arrestati gli anarchici Konstantina Athanasopoulou e Giannis Michailidis (29/01/2020)

Secondo le informazioni pubblicate su “Athens Indymedia” e sui media greci, i compagni anarchici latitanti e ricercati Giannis Michailidis e Konstantina Athanasopoulou, più una terza persona, sono stati arrestati mercoledì 29 gennaio 2020, in un’auto presumibilmente rubata, nel sobborgo di Agia Paraskevi ad Atene. Continue reading

(it-en) Italia: Condanne a Torino e trasferimento di Leonardo a Vibo Valentia (gennaio 2020)

Italia: Condanne a Torino e trasferimento di Leonardo a Vibo Valentia (gennaio 2020)

Ieri, 29 gennaio, è stata emessa la sentenza di primo grado per un processo in cui erano imputat* 4 compas del pinerolese. Il procedimento, con imputazioni di rapina e lesioni, riguarda uno scazzo con un carabiniere in borghese avvenuto durante un presidio antifascista a Pinerolo nel 2018: le lesioni al carabiniere sono cadute e la “rapina” è stata riqualificata in “tentata rapina” portando comunque alla condanna di tutt* e 4 gli imputati a 18 mesi di reclusione e pagamento delle spese processuali. Visto che gli è andata male con i danni fisici, lo sbirro ha avanzato richiesta di risarcimento per danni morali… 500 euro… Continue reading

(it-en) Milano, Italia: Attacco incendiario contro la scuola della Polizia locale (23/01/2020)

https://cdn.shortpixel.ai/spai/w_678+q_lossy+ret_img+to_webp/https://www.notizie.it/wp-content/uploads/2020/01/incendio-via-boero-milano-768x515.jpgMilano, Italia: Attacco incendiario contro la scuola della Polizia locale (23/01/2020)

È tempo di mettere in soffitta l’immagine romantica del “ghisa” che dirige il traffico. Da anni ormai i “localini” hanno quasi gli stessi poteri delle altre forze repressive, pattugliando il territorio ed
eseguendo indagini ed arresti.

Per questo nella notte tra il 22 e il 23 gennaio, abbiamo dato fuoco ai mezzi della polizia locale all’interno della loro scuola di Milano, sita in via Boeri, danneggiando parzialmente anche alcune strutture interne. Azioni come questa mostrano come sia ancora possibile attaccare il potere, nonostante mezzi tecnologici di controllo sempre più evoluti e numerosi ed un pattugliamento asfissiante delle città. Forze armate e tutori dell’ordine non sono obiettivi simbolici, ma artefici concreti e quotidiani di un sistema mortifero fondato sullo sfruttamento e sullo sterminio sistematico degli ultimi. Continue reading

(it-en) Milano, Italia: Vandalizzato un distributore ENI e una decina di auto di lusso ed Enjoy (26/01/2020)

Milano, Italia: Vandalizzato un distributore ENI e una decina di auto di lusso ed Enjoy (26/01/2020)

milano 26 gennaio 2020, vandalismi a un distributore ENI e a una decina di auto di lusso ed ENJOY. Solidarietà con casa brancaleone e con tutte le persone sottoposte a misure repressive. Continue reading

(it-en-fr) Novosilki, Ucraina: Attacco incendiario contro un macchinario di Atlant, impresa che distrugge le foreste (26/01/2020)

https://attaque.noblogs.org/files/2020/01/Kiev.jpegNovosilki, Ucraina: Attacco incendiario contro un macchinario di Atlant, impresa che distrugge le foreste (26/01/2020)

Nella notte del 26 gennaio è stato incendiato l’escavatore dell’impresa di costruzioni “Atlant” posto nel villaggio di Novosilki, nella regione di Kiev. Questa impresa aveva tagliato gli alberi nel sito naturale di Teremki. Questo fatto è stato riportato dagli attivisti civili e dai media locali. Continue reading

(it-en-fr) Parigi, Francia: Incendio di una utilitaria di Vinci (22/01/2020)

Parigi, Francia: Incendio di una utilitaria di Vinci (22/01/2020)

Nella notte fra il 21 e il 22 gennaio, abbiamo incendiato un’utilitaria di Vinci, nel 20mo arrondissement di Parigi (in rue Gambon).

Vinci costruisce delle prigioni (e altra merda, la prigione all’aria aperta, fatta di miseria, di sfruttamento e di controllo).

Pensiamo che è urgente riprendere una pratica conflittuale contro il sistema carcerario, le prigioni, quelli che le costruicono, quelli che le fanno esistere. Continue reading

(it-en) Portogallo – Italia: Aggiornamento su Gabriel e novità repressive in Italia (27/01/2020)

Portogallo – Italia: Aggiornamento su Gabriel e novità repressive in Italia (27/01/2020)

Lunedì 27 gennaio 2020 è iniziato in terra portoghese il processo contro il nostro compagno, prima fase durante la quale è emerso in sintesi quanto segue.

  • Il Portogallo per ora ha accettato la paralisi dell’estradizione nello Stato spagnolo e la difesa ha circa 20 giorni di tempo per aggiungere la documentazione che supporti ulteriormente l’importanza della non-estradizione.
  • La difesa ha impugnato immediatamente il computo della pena residua che lo Stato spagnolo pretende applicare al nostro compagno, ossia 16 anni! Senza entrare eccessivamente in dettagli giuridici, si evince dalla documentazione che giustifica tale computo, che si tratta di una “vendetta legale” (ma quale vendetta di stato non lo è?).
  • Per ora Gabriel rimane detenuto presso la Polizia Giudiziaria di Porto in attesa di ricomparire davanti al giudice più o meno a metà febbraio. Può ricevere visite a giorni alterni da parte di chiunque. Sta bene ed è forte, combattivo, determinato e ironico come sempre!

Continue reading

(it-en-es) Portogallo: E’ terminata la clandestinità del compagno anarchico Gabriel Pombo da Silva (25/01/2020)

Portogallo: E’ terminata la clandestinità del compagno anarchico Gabriel Pombo da Silva (25/01/2020)

Dopo circa un anno e mezzo di clandestinità, questa mattina, sabato 25 gennaio 2020, è stato arrestato in territorio portoghese Gabriel Pombo Da Silva.
Con un mandato di cattura internazionale per un teorico residuo di pena di oltre dieci anni (una vendetta personale convertita in “dettaglio “giuridico), Gabriel ha continuato a dare il proprio contributo alla lotta anarchica con i suoi scritti.
Attualmente si trova rinchiuso in una cella della polizia giudiziaria di Porto in attesa di comparire lunedì nell’aula di tribunale dove verrà discussa la possibile estradizione in Spagna.
Gabriel sta bene ed è abbastanza tranquillo nonostante tutto.
Seguiranno aggiornamenti. Continue reading

(it-en-es) Madrid, Spagna: La forza del fatto – Fuoco ad un veicolo del Banco Santader (09/01/2020)

Madrid, Spagna: La forza del fatto – Fuoco ad un veicolo del Banco Santader (09/01/2020)

Come non agire, in tempi di disarmo teorico e pratico delle forze rivoluzionarie? Come non ricorrere, ancora una volta, alla forza dei fatti, dell’azione diretta, per ricordare che la lotta contro tutto ciò che ci opprime o sarà opera degli stessi oppressi o non sarà?

Nella notte di giovedì 9 gennaio [2020] un veicolo del Banco Santander è stato incendiato a Vallekas. Che la lotta continui a colpire coloro che sono colpevoli della nostra miseria. Perché non dimentichiamo il ruolo complice del Banco Santader nella repressione contro la rivolta in Cile, perché non dimentichiamo i loro sporchi affari nelle carceri, nelle città e nelle armi, perché la loro avidità capitalistica è evidente in ogni sfratto e sgombero, perché le banche sono un pezzo chiave nella ruota dentata del sistema che ci sottomette e ci sfrutta, come gli uomini d’affari, come i ministri, come i sindaci, come i parlamentari, come gli assessori, come i politici, come i giudici, e in breve, come lo Stato. Continue reading

(it-en) Italia: Sorveglianza speciale per quattro anarchici (08/01/2020)

Italia: Sorveglianza speciale per quattro anarchici (08/01/2020)

L’8 gennaio 2020 il Tribunale di Genova ha applicato la misura della sorveglianza speciale a quattro dei 14 anarchici che il 5 gennaio 2019 manifestarono a La Spezia in solidarietà a Paska [anarchico prigioniero per l’operazione “Panico”], dopo il pestaggio che gli avevano inflitto i secondini nel carcere di questa città. I “sorvegliati” sono Amma, Ciccio (di Firenze), Greg e Carlo. Avranno il divieto di frequentare pregiudicati e colpiti da misure di prevenzione o di sicurezza, manifestazioni e riunioni, divieto di portare armi e il pagamento delle spese processuali. Continue reading

(it-en-fr) Roma, Italia: Bello come… il natale che brucia! (26/12/2019)

https://attaque.noblogs.org/files/2020/01/Parco-Sangalli.jpgRoma, Italia: Bello come… il natale che brucia! (26/12/2019)

Roma – 01.00 della notte del 26 dicembre

stancx di tanto buonismo e ipocrisia nella notte tra il 25 e il 26 dicembre ho deliberatamente dato fuoco all’albero di natale sito nel parco degli acquedotti nel quartiere di torpignattara, a roma.

l’ho fatto per disturbare un giorno che maschera dietro la sua facciata di allegra festività le devastazioni e lo sfruttamento che il consumismo comporta nel mondo intero. Continue reading

(it-en) Italia: Aggiornamenti su alcuni anarchici prigionieri (gennaio 2020)

Italia: Aggiornamenti su alcuni anarchici prigionieri (gennaio 2020)

Riassumiamo sinteticamente gli ultimi aggiornamenti sulla situazione di alcuni anarchici prigionieri in Italia.

Il 29/11/2019 è avvenuta una perquisizione nella cella dell’anarchico sardo Davide Delogu, prigioniero nel carcere di Rossano Calabro. Contestualmente gli è stata notificata l’apertura di una indagine per “associazione dovversiva con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico” (art. 270bis, c. p.). Successivamente gli sono stati restituiti dei manoscritti precedentemente sequestrati. A distanza di una settimana i secondini gli hanno comunicato che è stato ritrovato nelle fogne del carcere un apparecchio telefonico di cui intendono imputargli il possesso; Davide si è rifiutato di farsi fare il controllo a raggi x e di spogliarsi. Continue reading

(it-en) Atene, Grecia: Dichiarazione di Pola Roupa e Nikos Maziotis in solidarietà con la Koukaki Squatting Community (12/01/2020)

https://anarchistsworldwide.noblogs.org/files/2020/01/EA_RS_2-300x219.jpgAtene, Grecia: Dichiarazione di Pola Roupa e Nikos Maziotis in solidarietà con la Koukaki Squatting Community (12/01/2020)

Solidarietà ai compagni della Koukaki Squatting Community

Dalla fine di agosto 2019, lo Stato ha lanciato un giro di vite su larga scala contro le strutture auto-organizzate, le occupazioni del contesto anti-autoritario e gli squat, che ospitavano anche rifugiati e migranti, soprattutto famiglie con bambini. L’attuale governo ND (Νέα Δημοκρατία, “Nuova Democrazia”) sta cercando di livellare tutto ciò che è rimasto in piedi dal precedente governo di SYRIZA, che aveva fatto dei passi più selettivi, con l’obiettivo di sgomberare sia gli squat dei migranti che gli spazi di lotta auto-organizzati. Continue reading

(it-en-fr) Kiev, Ucraina: Attacco incendiario contro una antenna per la telefonia mobile. Rivendicazione della Cellula “Misha Zhlobitsky” / FAI (dicembre 2019)

https://a2day.net/wp-content/uploads/2019/12/2019.12.kiev_-300x243.jpgKiev, Ucraina: Attacco incendiario contro una antenna per la telefonia mobile. Rivendicazione della Cellula “Misha Zhlobitsky” / FAI (dicembre 2019)

Testo rivendicativo pervenuto in data 27/12/2019 al contatto e-mail del sito internet “Anarchy Today”:

Siti internet anarchici riferiscono che negli ultimi mesi a Donetsk e nella regione di Kiev le stazioni base (alias antenne) degli operatori di telefonia mobile sono state attaccate quattro volte. Dietro gli attacchi ci sono per lo più anarchici.

Il primo attacco è consistito nel far saltare in aria la stazione base dell’operatore Phoenix. Poi è stato riportato che due antenne di Lifecell sono state incendiate. Il 10 dicembre 2019 è stato segnalato l’incendio doloso di una struttura di “Vodafone Ucraina”.

Ad esempio, quando sono state attaccate le antenne di telefonia mobile di Lifecell, gli anarchici hanno sostenuto che la ragione principale dell’attacco stava nella solidarietà con la Federazione Democratica del Nord-Est della Siria (Rojava), la lotta del popolo curdo per la liberazione dall’occupazione turca.

Intendendo dare intensità a questi attacchi, noi, una cellula della Federazione Anarchica Informale, abbiamo dato fuoco ad un’altra stazione base per la comunicazione telefonica a Kiev. A differenza degli attacchi appena menzionati, le nostre motivazioni e la nostra visione degli obiettivi attaccati sono differenti. Suggeriamo di dare uno sguardo più ampio al tema delle antenne per la comunicazione telefonica. Continue reading

(it-en) Kiev, Ucraina: Attacco incendiario contro una antenna per la telefonia mobile (10/12/2019)

https://a2day.net/wp-content/uploads/2019/12/01-281x300.jpgKiev, Ucraina: Attacco incendiario contro una antenna per la telefonia mobile (10/12/2019)

Testo rivendicativo:

Nella notte del 10 dicembre [2019] un gruppo di anarchici ha incendiato una antenna per la telefonia mobile dell’operatore Lifecell situata a Kiev nei pressi dell’incrocio tra la strada Hostomel e la grande tangenziale. Lifecell è di proprietà dell’azienda turca Turkcell. Questa compagnia partecipa all’aggressione del regime di Erdogan contro l’autogoverno popolare in Kurdistan. L’ultimo episodio della sua politica criminale è l’invasione dell’esercito turco nella Federazione democratica della Siria settentrionale e orientale (Rojava) nell’ottobre 2019. Continue reading