Category Archives: Acciones directas

(it-en-fr-es) Montevideo, Uruguay: Attacco incendiario contro un veicolo di una compagnia di sicurezza (03/02/2020)

Montevideo, Uruguay: Attacco incendiario contro un veicolo di una compagnia di sicurezza (03/02/2020)

Durante la notte del 3 febbraio [2020], abbiamo «ostacolato» la «sicurezza» della società privata di «sicurezza» G4S, e appiccato il fuoco a uno dei suoi veicoli, all’incrocio tra le vie Cufré e Cagancha, distruggendolo completamente.

Non importa quante telecamere installino, non si sentiranno al sicuro, né fermeranno la lotta. Continue reading

(it-en-es) Buenos Aires, Argentina: Attacco esplosivo contro una macelleria – Per la liberazione animale e contro il progresso (28/01/2020)

Buenos Aires, Argentina: Attacco esplosivo contro una macelleria – Per la liberazione animale e contro il progresso (28/01/2020)

Ci assumiamo la piena responsabilità di aver lasciato un cogegno esplosivo davanti a una macelleria in via Mansilla, angolo con via Larrea, la notte di martedì 28 gennaio, a Buenos Aires. L’ordigno era composto da due bombolette di gas butano, un petardo e un litro di benzina. Non sappiamo cosa sia successo, ma era destinato a danneggiare questo maledetto stabilimento sfruttatore e a terrorizzare quei civilizzati che sfruttano gli animali e danneggiano la terra in nome del progresso, senza preoccuparsi di nulla. Continue reading

(it-en-es) Madrid, Spagna: La forza del fatto – Fuoco ad un veicolo del Banco Santader (09/01/2020)

Madrid, Spagna: La forza del fatto – Fuoco ad un veicolo del Banco Santader (09/01/2020)

Come non agire, in tempi di disarmo teorico e pratico delle forze rivoluzionarie? Come non ricorrere, ancora una volta, alla forza dei fatti, dell’azione diretta, per ricordare che la lotta contro tutto ciò che ci opprime o sarà opera degli stessi oppressi o non sarà?

Nella notte di giovedì 9 gennaio [2020] un veicolo del Banco Santander è stato incendiato a Vallekas. Che la lotta continui a colpire coloro che sono colpevoli della nostra miseria. Perché non dimentichiamo il ruolo complice del Banco Santader nella repressione contro la rivolta in Cile, perché non dimentichiamo i loro sporchi affari nelle carceri, nelle città e nelle armi, perché la loro avidità capitalistica è evidente in ogni sfratto e sgombero, perché le banche sono un pezzo chiave nella ruota dentata del sistema che ci sottomette e ci sfrutta, come gli uomini d’affari, come i ministri, come i sindaci, come i parlamentari, come gli assessori, come i politici, come i giudici, e in breve, come lo Stato. Continue reading

(it-en-es) Atene, Grecia: L’immediata risposta allo Stato per lo sgombero dell’occupazione “Vancouver” (02/11/2019)

https://actforfree.nostate.net/wp-content/uploads/2019/11/20160315_Athens_Fascist_Molotov_Attack_at_Vankouver_Apartment_Squat-150x150.jpgAtene, Grecia: L’immediata risposta allo Stato per lo sgombero dell’occupazione “Vancouver” (02/11/2019)

Ieri, 02/11/2019, dopo la manifestazione in solidarietà iniziata in piazza Victoria, noi (un gruppo di anarchici) abbiamo attaccato il checkpoint militare della MAT [polizia greca in assetto antisommossa] nelle vie Trikoupi e Tositsa per dare una risposta immediata allo sgombero dello squat Vancouver. Continue reading

(it-en-fr-es) Montreal, Canada: Rivendicazione di un attacco incendiario contro una azienda costruttrice di carceri per migranti (26/10/2019)

https://mtlcontreinfo.org/wp-content/uploads/2019/10/dangerfeu-e1572545463475.jpgMontreal, Canada: Rivendicazione di un attacco incendiario contro una azienda costruttrice di carceri per migranti (26/10/2019)

Accettando di essere l’appaltatore generale del nuovo centro di detenzione per migranti di Laval, Tisseur Inc. ha commesso un grave errore. La notte del 26 ottobre [2019] abbiamo deciso di dare il nostro contributo alla lotta contro il sistema delle frontiere e delle carceri in tutte le loro forme. Abbiamo dato fuoco a un camion sulle rive del canale Lachine, sul sito di un altro progetto di Tisseur. Non abbiamo finito. Continue reading

(it-en-es) Buenos Aires, Argentina: Riguardo l’attacco contro la polizia posta a difesa del consolato dello Stato cileno (21/10/2019)

https://anarquia.info/wp-content/uploads/2019/10/f800x450-174035_225481_10.jpgBuenos Aires, Argentina: Riguardo l’attacco contro la polizia posta a difesa del consolato dello Stato cileno (21/10/2019)

Nel pomeriggio di lunedì 21 ottobre 2019 centinaia di persone si sono trovate davanti al consolato del Cile a Buenos Aires, in Argentina, a sostegno della rivolta generalizzata in corso da alcuni giorni contro lo Stato cileno. Alla fine della manifestazione, un gruppo di anarchici rivoluzionari ha iniziato a scagliare pietre e bottiglie incendiarie contro la polizia a difesa del consolato. Anche alcuni giornalisti borghesi sono stati attaccati.

La marcia era stata organizzata da gruppi militanti di sinistra per esprimere il loro disaccordo con le misure di sicurezza applicate da Sebastián Piñera (presidente del Cile) e con la repressione statale che negli ultimi giorni ha causato la morte di almeno 10 persone a Santiago e dintorni. A seguito degli avvenimenti accaduti nei pressi del consolato cileno a Buenos Aires almeno nove persone sono state arrestate e tre ferite. Continue reading

(it-en-fr-es) Parigi, Francia: Solidarietà al di là delle frontiere (21/10/2019)

Parigi, Francia: Solidarietà al di là delle frontiere (21/10/2019)

La notte del 21 ottobre [2019], un SUV con targa diplomatica è bruciato, in rue Dumont d’Urville, dietro l’ambasciata di Grecia a Parigi.

Con questa piccola azione, vogliamo mandare un segno di solidarietà agli anarchici in Grecia, che lottano contro lo Stato e il Capitale (legale e illegale) e per difendere i posti occupati.

Per quelle e quelli che fanno vivere e difendono degli spazi di libertà.
Per quelle e quelli che portanto degli attacchi contro l’autorità. Continue reading

(it-fr-es) Germania: A proposito di alcuni sabotaggi ad antenne di telefonia mobile (maggio e settembre 2019)

https://sansattendre.noblogs.org/files/2019/10/berglen4-300x200.jpgGermania: A proposito di alcuni sabotaggi ad antenne di telefonia mobile (maggio e settembre 2019)

Riguardo alcuni sabotaggi contro i nodi sensibili delle telecomunicazioni in Germania a settembre 2019. E un breve ritorno su due incendi di antenne nel Baden-Württemberg, vicino a Stoccarda, a maggio 2019.

A Ried, vicino alla città bavarese di Augusta, “sono state demolite due antenne di telecomunicazione”, ci dice una fonte di informazione locale. Il sabotaggio è avvenuto tra domenica 15 settembre alle ore 20.00 e lunedì 16 settembre alle ore 17.00 sulla Kreisstraße ai margini della AIC16 tra Eismannsberg e Burgstall. Il danno, causato in quattro punti diversi di queste due antenne, è stato stimato a circa 1.500 euro. La rete Deutsche Telekom è stata particolarmente colpita da questo sabotaggio. Continue reading

(it-en-fr-es) Saint-Germain-en-Laye (Yvelines), Francia: Attacco incendiario contro un commissariato di polizia (16/10/2019)

https://sansattendre.noblogs.org/files/2019/10/stgermain-300x138.jpgSaint-Germain-en-Laye (Yvelines), Francia: Attacco incendiario contro un commissariato di polizia (16/10/2019)

Informazioni riformulate da un articolo dei media di regime francesi.

A Saint-Germain-en-Laye (Yvelines) l’ufficio della polizia municipale di Place des Rotondes è stato colpito da alcune bottiglie molotov nella notte compresa tra martedì 15 e mercoledì 16 ottobre 2019.

Intorno alle ore 2.11 una finestra dell’ufficio della è stata rotta. Dei segni neri sono stati trovati sul pavimento la mattina seguente. Secondo quanto riferito dagli investigatori, l’attacco è stato effettuato da due persone che trasportavano degli ordigni incendiari. Continue reading

(it-en-fr-es) Saint-Jean-du-Gard, Francia: Rivendicazione della distruzione di temecamere di sorveglianza

Saint-Jean-du-Gard, Francia: Rivendicazione della distruzione di temecamere di sorveglianza

Con questo testo rivendichiamo la distruzione di sei telecamere di sorveglianza, spaccate o incendiate, nella notte del 4 ottobre 2019, a Saint-Jean-du-Gard (nelle Cevennes).
Perché vogliamo poter passeggiare per strada liberamente, senza farci filmare, osservare, schedare…
Perché rifiutiamo di piegarci di fronte allo Stato ed ai suoi argomenti securitari ed antiterroristi, che giustificano il controllo e la schedatura degli individui.
Perché la nostra sete di libertà ci infiamma.
Perché il mondo che vogliono imporci ci fa incazzare.
Nessuna tregua per tutti i loro strumenti di morte! Continue reading

(it-en-fr-es) Buenos Aires, Argentina: Sabotaggio di un macchinario che distrugge la terra

Buenos Aires, Argentina: Sabotaggio di un macchinario che distrugge la Terra

Per il semplice fatto che esiste, mercoledì 22 ottobre 2019 [probabilmente si tratta di mercoledì 2 ottobre], alle ore 01.15, un progetto urbano è stato sabotato ad Agronomía, un quartiere di Buenos Aires, utilizzando un congegno incendiario artigianale a base di carburante, appiccando il fuoco ad un grande macchinario che ha distrugge la Terra. Continue reading

(it-es) Madrid, Spagna: Incendiati due scooter a noleggio (27/07/2019)

Madrid, Spagna: Incendiati due scooter a noleggio (27/07/2019)

Contro le “smart cities”, contro il capitalismo verde, contro la gentrificazione, contro la città.
Contro l’architettura di consumo, contro la mercificazione di tutte le forme di vita, contro la proprietà.
Contro la pace, contro l’assenza di tensione, contro la democrazia, contro l’autorità.
Nella notte tra il 26 e il 27 luglio abbiamo incendiato due scooter nella zona di Moncloa (Madrid).
Che il calore del fuoco e dei nostri abbracci arrivino ai 3 della Panchina e a tutti gli affini.
Per il conflitto, per l’anarchia. Continue reading

(it-en-es) Santiago, Cile: Attacco contro l’ex ministro dell’interno e contro il comandante dei carabinieri

Santiago, Cile: Attacco contro l’ex ministro dell’interno e contro il comandante dei carabinieri

Nota di ContraInfo: Comunicato ricevuto il 29 luglio 2019.

OPERAZIONE PER L’ESPANSIONE DELLE OSTILITÀ CONTRO GLI ESECUTORI

Rivendichiamo due pacchi bomba composti da polvere da sparo e dinamite indirizzati a Rodrigo Hinzpeter e al comandante dei carabinieri Manuel Guzmán nella stazione di polizia 54 a Huechuraba.

Abbiamo adottato tutte le misure necessarie per garantire l’esplosione degli ordigni solo nelle mani di persone prese di mira dalla nostra azione. I nostri nemici ci sono chiari, non stiamo cercando di danneggiare o ferire persone a caso. Mentre sappiamo che tutti noi facciamo parte dell’operazione di dominio, riconosciamo che ci sono gradi di responsabilità e che i destinatari dei nostri pacchi esplosivi hanno ruoli decisivi sia nella gestione e nell’accumulazione del capitale, sia nel controllo e nella repressione dello Stato.

Sono quelli che prendono le decisioni chiave nel rafforzamento dell’oppressione. Di questo non ci possono essere dubbi ed è per questi motivi che li abbiamo attaccati nei loro luoghi di intervento. Continue reading

(it-es) Madrid, Spagna: Sabotate bici elettriche

(it-es) Cile: Attacco incendiario in memoria di Mauricio Morales

Cile, 4 giugno 2019: Attacco incendiario in memoria di Mauricio Morales

Con questa azione vendichiamo il nostro compagno Mauricio Morales, morto decidendo di attaccare il sistema dominatore attraverso l’azione diretta: Rivendichiamo la collocazione di un ordigno incendiario nel territorio di Lo Ovalle.

La nostra azione avviene dopo aver affinato le nostre idee e convinzioni, abbiamo scelto di organizzarci per vandalizzare un trasporto (che rappresenta il capitalismo industriale).

Condividiamo e solidarizziamo con le chiamate all’ostacolare l’ordine sociale dei potenti e dei loro vertici internazionali. Lo Stato cileno nel suo ruolo di dominio e sfruttamento conduce attività e conferenze che hanno come l’unico scopo rafforzare il modello neoliberale e arricchire i pochi, trasformando questi incontri in presunte iniziative che favoriscono la popolazione e avvantaggiano le persone, essendo la sua motivazione principale accelerare lo sfruttamento e mercificare la vita, accompagnata da un discorso che propone il controllo politico come mezzo necessario per vivere.

Salutiamo tutti coloro che affrontano il potere attraverso l’azione diretta.
Saluti incendiari ai compagni detenuti in grecia, argentina e in tutto il mondo.
Un saluto insurrezionale ad Anna e Silvia, compagne in sciopero della fame in Italia, e ai compagni che si stanno mobilitando nelle carceri cilene.
Che l’anarchia non muoia in bocca, che prevalga nelle mani attive.
Contro ogni autorità, facciamo vivere l’anarchia.

Banda incendiaria Punky Mauri.

[Tratto da anarhija.info].

__________________________________________________________

Ataque incendiario a camión / Comunicado de la “Banda incendiaria Punky Mauri”

Durante la madrugada del 04 de junio del 2019 la tranquilidad nocturna se vio sobresaltada por el incendio desatado contra un camión en la comuna de San Miguel.
En las calles Lo Ovalle con Iquique un artefacto incendiario consiguió encender parte de la cabina del vehiculo de carga y pasar a llevar el tendido eléctrico del sector. Al lugar rápidamente llego personal de bomberos quienes consiguieron controlar el siniestro sin que se expandiera.
A los pocos días la acción es revindicada por la “Banda incendiaria Punky Mauri” en memoria de Mauricio Morales.
Comunicado:

Ataque incendiario en memoria de Mauricio Morales

Con esta acción reivindicamos a nuestro compañero Mauricio Morales, quien murió al decidir atacar al sistema dominante a través de la acción directa: Nos adjudicamos la colocación de un artefacto incendiario en el sector de Lo Ovalle.

Nuestra acción resulta luego de afinar nuestras ideas y convicciones, elegimos organizarnos para vandalizar un transporte (que representa el capitalismo industrial).

Compartimos y solidarizamos con los llamados a entorpecer el orden social de los poderosos y sus cumbres internacionales. El estado de $hile en su rol dominante y explotador lidera actividades y convenciones que solo tienen por objetivo profundizar el modelo neoliberal y enriquecer a unos pocos, transformando estas juntas en supuestas instancias que favorecen a la población y que benefician a las personas, siendo su principal motivación acelerar la explotación y mercantilizar la vida, acompañado de un discurso que propone el control político como herramienta necesaria para vivir.

Saludamos a todxs aquellxs que se enfrentan al poder a través de la acción directa.
Saludos incendiarios a lxs compañerxs presxs en grecia, argentina y todo el mundo.
Un saludos insurrecto a Anna y Silvia, compañeras en huelga de hambre en Italia y a lxs compañerxs que se están movilizando en las cárceles de Chile.
Que la anarquía no muera en la boca, que prevalezca en las manos activas.
Contra toda autoridad, procuramos que viva la anarquía.

Banda incendiaria Punky Mauri.

[Tomado de noticiasdelaguerrasocial.wordpress.com].