Category Archives: General

(it-fr) Genova, Italia: Attacco incendiario contro un deposito della polizia locale (25/06/2020)

https://attaque.noblogs.org/files/2020/06/genova.jpgGenova, Italia: Attacco incendiario contro un deposito della polizia locale (25/06/2020)

I danni della globalizzazione sono arrivati anche in occidente e ci siamo trovati a farne I conti direttamente. La reazione non è stata certo in una prospettiva di soluzione delle cause, bensì un ulteriore passo veloce verso il progresso ed un intensificarsi del dominio tecno-scientifico, della trasformazione e del rapido adeguamento delle logiche di autoritarismo e profitto. Continue reading

(it-en-fr) Francia: Da qualche parte in Francia – Attacco incendiario contro un ripetitore per la telefonia mobile (maggio 2020)

Francia: Da qualche parte in Francia – Attacco incendiario contro un ripetitore per la telefonia mobile (maggio 2020)

A maggio, anche noi abbiamo fatto quello che ci piace. Abbiamo incendiato un ripetitore telefonico.

Volevamo partecipare alla gioiosa ondata contro la tecnologia che si è diffusa attraverso il mondo. A volte, il potere, tramite la voce dei mass media, sceglie di non parlare di certe cose, per diversi motivi; è quello che è successo in questo caso, e che ci fa sperare che in questo periodo siano state realizzate numerose azioni  contro il dominio, non riportate dai media, non rivendicate… Continue reading

(it-fr) Metropoli di Grenoble, Francia: Attacchi coordinati contro le antenne per le telecomunicazioni (maggio 2020)

Metropoli di Grenoble, Francia: Attacchi coordinati contro le antenne per le telecomunicazioni (maggio 2020)

Gruppo della Tour sans Venin

A chi attibuire gli incendi sincronizzati di tre antenne-ripetitori, nell’agglomearazione di Grenoble? I gratta-tastiera professionisti, dotati di etichette politiche, tergiversano pietosamente, indecisi fra complottisti ed esponenti dell’estrema sinistra. Ignoranza crassa. Questi commentatori del vuoto, acquistati dai mercanti di intossicazione comunemente chiamati attualità, formattano, con i loro termini, dei fenomeni che sfuggono loro. Continue reading

(it-fr) Tolosa, Francia: Abbasso (abbatti) questo mondo! (giugno 2020)

Tolosa, Francia: Abbasso (abbatti) questo mondo! (giugno 2020)

A maggio fai quel che ti piace*. Diverse automobili hanno avuto gli pneumatici bucati, a causa di ciò che esse rappresentano:

– una macchina del Comune di Tolosa;
– una macchina di un’impresa di distribuzione di carne;
– due macchine di agenzie immobiliari;
– una macchina dell’EDF [l’ENEL francese]. Continue reading

(it-fr) Nantes, Francia: Fumare la «marguerite». Attacco incendiario contro un’automobile del carsharing (29/06/2020)

Nantes, Francia: Fumare la «marguerite». Attacco incendiario contro un’automobile del carsharing (29/06/2020)

Una «marguerite» [letteralmente: margherita], auto del carsharing della città di Nantes, è stata incendiata nella notte fra domenica e lunedì 29 giugno [2020], in fondo al boulevard Paul Chabas, a Nantes. Continue reading

(it-fr) Tolosa, Francia: Morte allo specismo (giugno 2020)

Tolosa, Francia: Morte allo specismo (giugno 2020)

Il negozio Direct Viandes di Tolosa si è preso qualche colpo di martello sulle vetrine e vi è stata fatta una scritta che suggeriva loro di mangiare le proprie mani invece di mangiare delle persone innocenti ridotte in schiavitù.
Morte allo specismo. Continue reading

(it-fr) Amiens, Francia: Una perquisizione per l’indagine sull’attacco incendiario contro le automobili di SPIP (01/07/2020)

Amiens, Francia: Una perquisizione per l’indagine sull’attacco incendiario contro le automobili di SPIP (01/07/2020)

 Il 1 luglio 2020, alle 6 del mattino, un appartamento è stato perquisito ad Amiens, nel contesto di una indagine aperta dalla giudice per le indagini preliminari contro ignoti per «distruzione in banda organizzata, danneggiamenti e tentativo di distruzione in banda organizzata» in relazione a dei fatti di incendio volontario contro alcuni veicoli dello SPIP di Amiens, in data 1 aprile 2020 [1]. Continue reading

(it) Italia: E’ disponibile il Bollettino n. 4 della biblioteca dello Spazio Anarchico “Lunanera” di Cosenza (maggio 2020)

https://fuoridallariserva.noblogs.org/files/2020/06/bollettino-cop-724x1024.jpgItalia: E’ disponibile il Bollettino n. 4 della biblioteca dello Spazio Anarchico “Lunanera” di Cosenza (maggio 2020)

E’ disponibile il Bollettino n. 4 della biblioteca dello Spazio Anarchico “Lunanera” di Cosenza, maggio 2020.

Indice:

— “Iconoclasti” ai tempi della sperimentazione totale
— Appunti sulla propaganda anarchica
— Comunicato Lunanera – Malacoda
— Parla la dinamite
— Tutto va estremamente bene
— Non li ucciderà il virus
— I tempi che corrono e le ragioni della nostra lotta
— Posologia del virus: se ne consiglia l’assunzione quotidiana, preferibilmente a stomaco pieno, disciolto in acqua
— Senza deviazioni
— Distinti saluti! Alcune riflessioni sul femminismo, sulle dinamiche di ammaestramento e sul tentativo di americanizzazione delle lotte
— La mistificazione del capitalismo condiviso
— Filo conduttore tra Tecnologia e Sardegna Colonia
— Conversazioni scientifiche
— Il diavolo a Grisolia
— Un saluto per l’anarchico Franco Di Gioia Continue reading

(it-en) Malmö, Svezia: Attacco incendiario contro una antenna-ripetitore da parte di un gruppo FAI-ELF (giugno 2020)

Malmö, Svezia: Attacco incendiario contro una antenna-ripetitore da parte di un gruppo FAI-ELF (giugno 2020)

Tre settimane fa è stata incendiata una antenna per la telefonia mobile 4G/3G. Abbiamo compiuto ciò come risposta di pura ostilità all’incubo tecno-industriale in cui ci troviamo a vivere.

Come uno spettro vendicativo, abbiamo collocato i nostri incantati congegni incendiari nei cavi che collegano l’antenna alla rete leviatanica. Abbiamo ululato alla luna quando abbiamo acceso le micce e maledetto la civiltà per l’eternità. Solo con il fuoco è possibile esorcizzare il leviatano tecno-industriale. Pochi minuti dopo i cavi sono stati inghiottiti da un violento incendio che ha fatto perdere all’antenna la connessione con il cyberspazio. Nell’improvviso silenzio, quando le chiamate dei cellulari e le connessioni ad internet sono diventate vuote, si è potuto sentire solo il fuoco divorante. Continue reading

(it) Italia: Novità dalle Edizioni Anarchismo – Pierre-Joseph Proudhon, Che cos’è la proprietà?

https://www.edizionianarchismo.net/special/i-x-index-4.jpegItalia: Novità dalle Edizioni Anarchismo – Pierre-Joseph Proudhon, Che cos’è la proprietà?

Nel 1840 questo libro esplode nella società francese come una bomba. I borghesi, ormai solidamente al potere, essendosi lasciati alle spalle la turbolenta esperienza del 1830, e non immaginando quello che di lì a qualche anno succederà, nel 1848, stanno consolidando la loro forza economica. Le rivendicazioni operaie, quando ci sono, si presentano deboli e sporadiche, la miseria e lo sfruttamento dilagano ma non trovano sufficienti ispirazioni organizzative. Continue reading

(it) Spagna: Aggiornamenti sul trasferimento di Gabriel Pombo Da Silva e scritti di aprile-maggio 2020 (giugno 2020)

Spagna: Aggiornamenti sul trasferimento di Gabriel Pombo Da Silva e scritti di aprile-maggio 2020 (giugno 2020)

Gabriel Pombo Da Silva è stato trasferito nel carcere di Mansilla de las Mulas

La compagna Elisa ci ha inviato delle informazioni sul compagno anarchico Gabriel Pombo da Silva, che è già stato trasferito e si trova nel carcere di Mansilla de las Mulas, a León. Anche se non ha ancora potuto parlare direttamente con Gabriel, sa che sta bene e che quello di León è un carcere di «adeguamento» [si tratta dei «Módulo de respeto», sezioni dove i detenuti possono assumere determinate responsabilità all’interno del carcere ottenendo, in cambio, dei «vantaggi», come le porte delle celle aperte durante il giorno], quindi vorranno tenerlo lì per un po’ di tempo. Continue reading

(it-en) Italia: L’anarchico sardo Davide Delogu è stato nuovamente posto in regime di 14 bis (luglio 2020)

Italia: L’anarchico sardo Davide Delogu è stato nuovamente posto in regime di 14 bis (luglio 2020)

Il compagno anarchico sardo prigioniero deportato Davide Delogu ci comunica che nel carcere di Caltagirone, dove è stato appena trasferito, gli è stato nuovamente applicato il regime 14 bis. Seguiranno aggiornamenti.

Sardegna Anarchica
Cassa di Sostegno per l’Anarchico Sardo Prigioniero Deportato Davide Delogu Continue reading

(it) Italia: Ora pro nobis. Fine ingloriosa di una lotta (luglio 2020)

https://malacoda.noblogs.org/files/2020/07/juyhnbgt-200x300.jpgItalia: Ora pro nobis. Fine ingloriosa di una lotta (luglio 2020)

Iniziata con blocchi stradali e barricate, danneggiamenti e sabotaggi, la lotta contro Tap – quella pratica, quella per opporsi per davvero, partita il 20 marzo 2017 – arriva alla sua conclusione con una “preghiera per la Madre Terra“. Dalla fisicità dei corpi di individui che si opponevano al transito dei camion, si è arrivati all’incorporeità fantasmatica della religione, della spiritualità e della metafisica. Dalle possibilità offerte dai pensieri e dalle braccia di persone coscienti, si è arrivati ad affidarsi all’inconsistenza ectoplasmatica dei fantasmi e del sovrannaturale. Continue reading

(it-en-fr) Milano, Italia: Attacco incendiario contro tre automobili del servizio di carsharing Enjoy in solidarietà con gli arrestati dell’operazione Bialystok (12/06/2020)

Milano, Italia: Attacco incendiario contro tre automobili del servizio di carsharing Enjoy in solidarietà con gli arrestati dell’operazione Bialystok (12/06/2020)

Nella notte di venerdì 12 giugno, a Milano sono state date alle fiamme tre auto Enjoy in risposta all’operazione repressiva che ha colpito gli anarchici a Roma. Continue reading

(it-en) Italia: Operazione Bialystok – Arrestati sette anarchici. Comunicato dal Bencivenga Occupato e indirizzi (12/06/2020)

Italia: Operazione Bialystok – Arrestati sette anarchici. Comunicato dal Bencivenga Occupato e indirizzi (12/06/2020)

Sull’operazione Bialystock. Comunicato dal Bencivenga Occupato

Aridaje.

L’ennesima operazione repressiva anti-anarchica è iniziata all’alba del 12/06/20 nei territori dominati dallo stato italiano, francese e spagnolo. In grande stile, quindi passamontagna e armi spianate, le guardie hanno perquisito diverse abitazione sequestrato il solito materiale e arrestate 7 persone, 5 di loro sono in carcere e 2 agli arresti domiciliari. Continue reading

(it) Kiev, Ucraina: L’edificio del Dipartimento di Investigazione Criminale è stato colpito da una bomba incendiaria da parte del gruppo Смельчаки («Temerari») (10/06/2020)

Kiev, Ucraina: L’edificio del Dipartimento di Investigazione Criminale è stato colpito da una bomba incendiaria da parte del gruppo Смельчаки («Temerari») (10/06/2020)

La notte del 10 giugno 2020 l’edificio del Dipartimento di Investigazioni Criminali (Kiev, 25, autostrada Naberezhne) è stato attaccato da una bomba incendiaria.

L’altro giorno sono arrivate notizie terribili da Kagarlyk, in Ucraina, dove la notte del 24 maggio, alcuni agenti di polizia hanno aggredito e violentato una donna che era stata convocata come testimone. I dettagli – i poliziotti hanno messo una maschera antigas su una donna, l’hanno ammanettata e le hanno sparato con le armi di ordinanza sopra la testa – hanno fatto il giro della nazione. Continue reading

(it) Grecia: Una prima dichiarazione di Dimitra Valavani, Kostantina Athanasopoulou e Giannis Michailidis (2 marzo 2020)

https://malacoda.noblogs.org/files/2020/06/sweda.jpgGrecia: Una prima dichiarazione di Dimitra Valavani, Kostantina Athanasopoulou e Giannis Michailidis (2 marzo 2020)

Difficile è il momento in cui si perde la libertà. Soprattutto quando è stata conquistata in condizioni avverse. La situazione peggiora se si considera che il colpo che abbiamo ricevuto a livello materiale ha implicazioni ancora più forti a livello simbolico. Al nostro cinematografico arresto ha fatto seguito un’analoga propaganda mediatica, il nostro tour grafico con i giubbotti antiproiettile e la consueta gestione giudiziaria, per ritrovarci ancora una volta con una serie di accuse gonfiate, elementi che costituiscono un prolungamento delle manette e delle armi degli assassini in divisa. Continue reading

(it-fr) Bure, Francia: Nucleare – Sabotaggio di una trivellazione

Bure, Francia: Nucleare – Sabotaggio di una trivellazione

Rivendicazione della distruzione di un impianto di trivellazione

L’Andra[1] prevede di riabilitare una vecchia ferrovia che parte da Gondrecourt-le-Chateau, per trasportare i rifiuti radioattivi fino al suo gigantesco progetto di discarica sotterranea Cigéo[2]. Lungo tutto il tracciato della linea, delle trivellazioni permetteranno loro di raccogliere dei dati sul suolo e le falde freatiche.
Ne abbiamo sabotata una, prima di incendiarla. Continue reading

(it-fr) Parigi, Francia: Incendio di veicoli del Comune (19/05/2020)

Parigi, Francia: Incendio di veicoli del Comune (19/05/2020)

Udite, udite, onesti cittadini!
Felici sudditi di questo migliore dei mondi. Lo spettacolo ricomincerà.
Businness as usual!
Dopo questa incresciosa ma molto utile interruzione (che ha permesso di sperimentare a grande scala nuove techniche di sorveglianza e di controllo), il circo elettorale si svolgerà, infine, il 28 giugno [data del secondo turno delle elezioni municipali, che avrebbero dovuto tenersi il 22 marzo, ma posticipate a causa dell’epidemia di corobavirus]. Siete pronti?

Poco ci importa di sapere chi sarà la prossima sindaca di questa città. Contro ogni potere e contro ogni politico, qualunque sia il suo campo. Continue reading

(it-en-fr) Spagna: Aggiornamenti sul compagno anarchico Gabriel Pombo Da Silva (giugno 2020)

https://attaque.noblogs.org/files/2020/02/farf.jpgSpagna: Aggiornamenti sul compagno anarchico Gabriel Pombo Da Silva (giugno 2020)

Giovedì scorso, 11 giugno, la Audiencia Provincial, il tribunale che sta alla base della piramide giudiziaria nello Stato spagnolo, ha dimostrato il proprio potere inquisitoriale rigettando la richiesta di annullamento della OEDE (Orden Europea de Detención y Entrega, ossia il cosiddetto mandato d’arresto europeo) che ha visto il nostro compagno di nuovo nelle gabbie di Stato dopo tre anni e mezzo di libertà. Continue reading

(it-fr) Parigi, Francia: Parigi, notte… (26/05/2020)

Parigi, Francia: Parigi, notte… (26/05/2020)

Parigi, notte fra il 25 e il 26 maggio, avenue René Boylesve. Una BMW di lusso, con targa del corpo diplomatico, brucia.

Gli Stati si coordinano fra loro, al di là delle loro controversie, per sfruttarci. Prendono esempio gli uni dagli altri per sorvegliarci sempre più. Collaborano per reprimere i loro nemici, in particolare quelli e quelle che si battono contro ogni potere.
Un esempio di questa collaborazione fra Stati è l’estradizione del nostro compangno Gabriel Pombo Da Silva dal Portogallo alla Spagna.
Gli auguriamo molta forza e gli mandiamo, con queste fiamme, un piccolo segno di complicità. Continue reading

(fr) France: “Avis de tempêtes”, bulletin anarchiste pour la guerre sociale, n° 30 (juin 2020), vient de sortir

https://avisdetempetes.noblogs.org/files/2020/06/CouvAvisdetempetes30-1024x652.jpgFrance: “Avis de tempêtes”, bulletin anarchiste pour la guerre sociale, n° 30 (juin 2020), vient de sortir

Pour lire, imprimer et diffuser ce petit bulletin autour de soi (il est en format A5, et celui-ci fait 20 pages), on pourra retrouver chaque nouveau numéro tous les 15 du mois, ainsi que les précédents, sur le blog : https://avisdetempetes.noblogs.org. Continue reading

(it-fr) Metropoli di Grenoble, Francia: Attacchi coordinati contro antenne-ripetitori per le telecomunicazioni (18/05/2020)

https://attaque.noblogs.org/files/2020/05/Gre-Seyssinet.jpegMetropoli di Grenoble, Francia: Attacchi coordinati contro antenne-ripetitori per le telecomunicazioni (18/05/2020)

Attacchi incendiari intorno a Grenoble

Sotto-vita o insubordinazione?

Ogni giorno della tua vita, il tuo corpo ti dice qualcosa. E il tuo corpo non puó mentire. Continue reading

(it-fr) Tolosa, Francia: Febbre gialla contro questo mondo (20/05/2020)

Tolosa, Francia: Febbre gialla contro questo mondo (20/05/2020)

La dittatura sanitaria in marcia non è riuscita a debellare il virus della febbre gialla che abita i nostri corpi.

Nella notte fra il 19 e il 20 maggio [2020], abbiamo infranto i vetri della banca LCL, in avenue Jean Rieux, a Tolosa.

Una guerra è in corso, è vero. Ma non si tratta di quella contro un virus, piuttosto di quella dell’alto della società contro il basso. L’attuale crisi economica non è dovuta al Covid-19, ma a una politica liberale che perdura da decenni. E se non vogliamo rivivere le conseguenze della crisi del 2008, quando popoli come quello greco o quello americano si sono trovati dissanguati, bisognerà trovare le capacità di resistere, in questa guerra abominabile. Continue reading

(it-fr) Parigi, Francia: Che crepi il vecchio mondo (15/05/2020)

Parigi, Francia: Che crepi il vecchio mondo (15/05/2020)

Che crepi il vecchio mondo.
Che crepi pure il mondo nuovo che fa capolino.
Così nuovo, con il controllo digitale onnipresente, con il rincoglionimento di massa di fronte a degli schermi, con l’ingenieria genetica che tocca alle basi della vita.
Così vecchio, con l’autorità in tutte le sue forme, brutali o subdole, con la paura della libertà e dell’unicità individuale, con l’abitudine al conformismo. Continue reading

(it-fr) Aubenas, Francia: Full Moon / Black Out: primo tentativo (maggio 2020)

Aubenas, Francia: Full Moon / Black Out: primo tentativo (maggio 2020)

Rivendicazione di un’attacco incendiario contro un trasformatore elettrico

Fra di noi, ci sono a volte dei dubbi. Certi, certe, ne hanno pochi. Altri/e, nessuno.

Assumeremo le conseguenze di un black out a grande scala? I morti, il caos che questo provocherebbe? Saremmo noi, noi stessi/e, capaci di sopravvivere ad una tale trasformazione del mondo? Forse no.

Ma è ancora più insopportabile lasciare il mondo così com’è, sottomettersi al ricatto per cui sarebbe ancora peggio se le istituzioni umane e tecnologiche non fossero qua a dirigere le notre vite al posto nostro, che accettare di prendere dei rischi agendo. Continue reading

(it) Italia: Aggiornamenti su alcuni anarchici prigionieri (maggio-giugno 2020)

Italia: Aggiornamenti su alcuni anarchici prigionieri (maggio-giugno 2020)

Pubblichiamo una serie di aggiornamenti sugli anarchici Davide Delogu, Giuseppe Bruna, Natascia Savio e sugli arrestati di Bologna del 13 maggio per l’operazione Ritrovo (questi ultimi sono stati scarcerati).


Operazione Prometeo – Fissata la data dell’udienza preliminare

Il 22 giugno 2020 alle ore 10.00, presso il palazzo di giustizia di Milano, avrà luogo l’udienza preliminare del processo per l’operazione Prometeo. Sarà a porte chiuse e saranno presenti anche Natascia, Beppe e Robert. Continue reading

(it) Atene, Grecia: Rivendicazione di quattro attacchi incendiari a domicilio da parte dei Gruppi Anarchici di Visita Notturna (marzo 2020)

https://actforfree.nostate.net/wp-content/uploads/2020/04/as1.cleaned.jpgAtene, Grecia: Rivendicazione di quattro attacchi incendiari a domicilio da parte dei Gruppi Anarchici di Visita Notturna (marzo 2020)

Viviamo nell’era dell’iper-informazione, del costante flusso e della produzione di notizie. Il potere dominante è definito dal controllo del flusso di informazioni e dei big-data. Il controllo della forza umana è ora possibile attraverso la continua analisi dei dati raccolti quotidianamente a partire dalle tracce digitali di chiunque, mirando all’asservimento volontario sotto l’ordine dominante. Queste condizioni imposte sono totalmente differenti e maggiormente riverniciate rispetto agli anni precedenti. La strategia contro-insurrezionale e la repressione preventiva contro i dannati è stata strutturata nel contesto delle nuove tecnologie distopiche, da conoscenze specialistiche e da metodi di indagine e raccolta delle prove ancora più fluidi e complessi. Continue reading

(it-en) Rovereto, Italia: Sabotaggio delle linee telefoniche e di internet (15/05/2020)

Rovereto, Italia: Sabotaggio delle linee telefoniche e di internet (15/05/2020)

Apprendiamo che nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 maggio 2020 sono state sabotate e messe fuori uso cinque cabine per l’interscambio della linea telefonica e di internet. Una conseguenza è stata un «blackout» di una parte della città (circa 2000 utenze senza connessione). Sul luogo sono state ritrovate le seguenti scritte: «Liberiamoci dalle gabbie tecnologiche», «Solidarietà ai compagni di Bologna» (i sette anarchici arrestati il 13 maggio per l’operazione “Ritrovo”) e «Liberare i detenuti». Continue reading

(it-fr) Valle dell’Ouvèze (Ardèche), Francia: Smettere di vivere? Piuttosto morire! (03/05/2020)

Valle dell’Ouvèze (Ardèche), Francia: Smettere di vivere? Piuttosto morire! (03/05/2020)

Attacco a un ripetitore

Sono già diverse settimane che all’insieme della popolazione viene imposto lo stato d’eccezione, sotto forma di confinamento sanitario, con la sua dose di divieti inediti, d’ipocrisia quotidiana e di promesse di salvezza.

Io non volevo morire di paura e di noia, attaccato a una flebo davanti a Netflix. Nel mese appena passato, la rabbia e la costernazione di vivere in diretta un cattivo romanzo di fantascienza sono diventate per me più che un veleno: un antidoto. Ho quindi deciso di attaccare.
Estendendo le frontiere dell’illegalità, imponendosi ovunque nelle strade, sbirri e cittadini vigilanti hanno trasformato il territorio in uno spazio nel quale abbiamo dovuto riapprendere a spostarci e a trovare il sentiero verso altri/e complici.
Dato che le croci in cima alle montagne sono state rimpiazzate dai piloni della rete GSM e della 5G, questo dice qualcosa della forma che prendono attualmente il potere e le nostre credenze di salvezza.
Era quindi l’ora di riaccendere i fuochi sulle colline, per diffondere dei messaggi più essenziali e diretti, a quelli/e che vorranno ascoltari, l’ora di bruciare queste croci fatte di nodi di fibra ottica e di reti elettriche.
Sono solo/a, da qualche parte sopra la valle dell’Ouvèze, fra Le Pouzin e Privas, domenica 3 maggio [2020], verso le 2.00 del mattino. Nelle ultime ore è piovuto molto e le ultime nuvolette di nebbia che si evapora dal suolo si alzano davanti all’alone di una mezzaluna. La notte è dolce e talmente calma. Continue reading

(it) Italia: Operazione “Ritrovo” – Testi e riflessioni in solidarietà con gli anarchici arrestati (maggio 2020)

Italia: Operazione “Ritrovo” – Testi e riflessioni in solidarietà con gli anarchici arrestati (maggio 2020)

Sai che Ritrovo…

E i cani sciolti escono fuori dal gregge escono fuori come schegge
e chico puoi giurarci, quando occorre esco fuori legge
perché devo svoltare in tempi duri
seguo la mia idea visto che ancora oggi come ieri
Sangue Misto, Cani sciolti

Ci risiamo. L’anno 2020 sarà ricordato come l’inizio dell’epoca del contagio, ma non poteva farsi mancare l’ennesima operazione repressiva contro alcune individualità anarchiche. Lo scenario questa volta è Bologna: sette fra anarchiche e anarchici dispersi nei carceri di Piacenza, Vigevano, Ferrara e Alessandria e altri cinque colpiti da misure restrittive quali obbligo di dimora nel comune di residenza, firme quotidiane in qualche merda di caserma e rientro notturno nelle proprie abitazioni. L’operazione poliziesca, denominata ”Ritrovo”, ruota attorno alla fantomatica accusa di associazione sovversiva con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, il famoso 270bis. Questa accusa ormai è usata a grappoli – come le bombe lanciate a suon di democrazia da qualunque Stato su gente inerme – contro gli anarchici negli ultimi anni. Gli altri reati contestati sono istigazione a delinquere, deturpamento, imbrattamento, danneggiamento e incendio. Continue reading

(it) Italia: Un saluto per l’anarchico Franco Di Gioia

https://malacoda.noblogs.org/files/2020/05/firefirefire.jpgItalia: Un saluto per l’anarchico Franco Di Gioia

«Eppure per noi anarchici sarà sempre difficile farci capire. Noi non siamo un partito che va in parlamento o in televisione a spiegare le nostre idee. Non abbiamo tanti strumenti che ci consentono di fare propaganda, non abbiamo le televisioni, i grandi giornali, i mezzi finanziari, perché siamo un movimento di persone libere, di lavoratori, di disoccupati, di studenti e le nostre idee le propagandiamo con i pochi mezzi che abbiamo, e con i fatti» — F. Di Gioia Continue reading

(it-en) Palermo, Italia: Dalla sezione di isolamento Sud del carcere Pagliarelli (14/05/2020)

https://malacoda.noblogs.org/files/2020/05/10.jpgPalermo, Italia: Dalla sezione di isolamento Sud del carcere Pagliarelli (14/05/2020)

Davide ci ha inviato il seguente comunicato che con piacere pubblichiamo, quanto segue è stato scritto assieme ad un suo compagno della sezione d’isolamento del carcere Pagliarelli di Palermo. In maniera incondizionata continueremo a stare al fianco del nostro compagno!

LIBERTADE PRO SU KUMPANZU DAVIDE DELOGU!
DAVIDE DELOGU IN TERRA SARDA! Continue reading

(it) Lecce, Italia: Lettera aperta di un corona virus agli abitanti della terra

Lecce, Italia: Lettera aperta di un corona virus agli abitanti della terra

Mi rendo conto che può sembrare strampalato ricevere la lettera di un virus, ma dal momento che continuate a nominarmi, ho pensato anche io di dire la mia. Me ne stavo tranquillo per conto mio in una bella foresta, convivevo con altri animali e non avevo creato alcuna pandemia. Certo in natura le cose non sono così regolari, la natura è profondamente selvaggia, però vi è un certo equilibrio di fondo secondo cui le cose procedono. Poi, voi umani, anzi alcuni di voi, hanno iniziato a deforestare, a tagliare alberi, in maniera disastrosa. Non potevo crederci. Veder buttare giù tutti quegli alberi! Così sono entrato in contatto con animali a voi più vicini. Li tenete ammassati, rinchiusi, li trattate come fossero scarpe. Li ingozzate di medicinali e poi li mangiate a chili. Che strana civiltà che siete! Avrei preferito non entrare in contatto con loro, ma voi, o alcuni di voi, gli specialisti, da alcuni decenni, più o meno dagli anni ’70, con quella che avete chiamato “rivoluzione verde” hanno convinto molti che bisognava allevare gli animali e la terra in maniera intensiva. Industrie vere e proprie che si espandono sempre più. Per poter far mangiare tutti questi animali che ormai sono più degli umani, dovete sottrarre terre agli altri esseri viventi e a voi stessi e così deforestate. Perverso! Inoltre questi allevamenti inquinano tantissimo e questo peggiora la vostra vita e vi fa ammalare. Che strana civiltà che siete! Continue reading

(it-en) Portogallo – Spagna: Trasferimento di Gabriel Pombo Da Silva (13/05/2020)

Portogallo – Spagna: Trasferimento di Gabriel Pombo Da Silva (13/05/2020)

Il nostro compagno è stato consegnato allo Stato spagnolo stamattina (13 maggio 2020) ed è attualmente nel carcere di Badajoz (regione di Extremadura). Sta bene ed è forte come sempre. Sicuramente dovrà rimanere 14 giorni in quarantena obbligatoria per poi, pensiamo, essere trasferito in un altro carcere. Perciò seguiranno maggiori informazioni. Continue reading

(it-en) Italia: Operazione repressiva «Ritrovo». Sette anarchici arrestati (13/05/2020)

https://attaque.noblogs.org/files/2020/05/monte-donato-1.pngItalia: Operazione repressiva «Ritrovo». Sette anarchici arrestati (13/05/2020)

Durante la notte del 13 maggio 2020 sono stati arrestati sette anarchici tra Bologna, Milano e la Toscana, è stato imposto l’obbligo di dimora per altri cinque anarchici ed è stato perquisito lo spazio di documentazione anarchico Il Tribolo a Bologna. L’operazione repressiva, denominata «Ritrovo», è stata coordinata dal pubblico ministero Stefano Dambruoso e dai carabinieri del ROS (Raggruppamento Operativo Speciale), che hanno effettutato gli arresti e le perquisizioni congiuntamente al comando provinciale dei carabinieri di Bologna. Continue reading

(it-en-fr) Tolosa, Francia: Effetto tunnel (09/05/2020)

Tolosa, Francia: Effetto tunnel (09/05/2020)

«L’effetto tunnel è una reazione naturale, legata allo stress e dovuta alla focalizzazione dello sguardo su un punto preciso, come se si guardasse attraverso un teleobiettivo».

Nella notte fra l’8 e il 9 maggio [2020], su una filiale della banca Caisse d’Epargne è stata fatta la scritta «Macronavirus, quando la fine?» e i suoi vetri sono stati infranti. Continue reading

(it) Cremona, Italia: “Sterpaglia” – Prima uscita di un aperiodico errante kavernicolo (maggio 2020)

https://csakavarna.org/wp-content/uploads/2020/05/Sterpaglia-1536x443.jpgCremona, Italia: “Sterpaglia” – Prima uscita di un aperiodico errante kavernicolo (maggio 2020)

Per visualizzare e scaricare Sterpaglia, clicca sul link. Altrimenti lo si può trovare in giro o sui muri della città

Nel numero di maggio 2020:
— Liberi e impuri
— Cecità
— Nuovo disordine mondiale
— Un diavolo in corpo
Continue reading

(it-en-fr) Tolosa, Francia: Un ripetitore in meno (06/05/2020)

Tolosa, Francia: Un ripetitore in meno (06/05/2020)

Per farla semplice: questo nuovo livello di controllo ci ha fatti/e incazzare ancora di più e dato voglia di agire. Non far nulla, ai nostri occhi, equivaleva ad accettarlo.

Come al solito, se il controllo funziona così bene, è anche perché i cittadini lo accettano docilmente, ben installati nella loro bolla virtuale, a continuare a divertirsi e a telelavorare. Ma è più che mai il cordone ombelicale che li lega a questa vita patetica. Continue reading

(it-en-fr) Roma, Italia: A fuoco un’antenna Wind (29/04/2020)

Roma, Italia: A fuoco un’antenna Wind (29/04/2020)

NELLA NOTTE DEL 29 APRILE SONO STATI INCENDIATI I CAVI DI UN’ANTENNA WIND NEI PRESSI DELLA STAZIONE TIBURTINA A ROMA

SOLIDARIETA’ CON X PRIGIONIERX IN LOTTA
VICINANZA AL PRIGIONIERO ANARCHICO DAVIDE DELOGU IN SCIOPERO DELLA FAME

CONTRO LO STATO E LE SUE MISURE
CONTRO LE TECNOLOGIE DEL CONTROLLO
AGIRE E’ SEMPRE POSSIBILE Continue reading

(it-en-fr) Tolosa, Francia: Macronavirus, decontaminazione (05/05/2020)

Tolosa, Francia: Macronavirus, decontaminazione (05/05/2020)

Nella notte fra il 4 e il 5 maggio [2020], le vetrine della banca Crédit Agricol dell’avenue des Minimes sono state spaccate o riempite di colpi, mentre una scritta indicava: «macronavirus, crisi, STOP?».

A Tolosa, fioriscono da qualche settimana delle banderuole che denunciano il macronavirus, suscitando una repressione disinibita.

Eppure il macronavirus, ben reale, non è che una delle mutazioni di un ceppo virale ben più predatore, che si estende su tutto il pianeta: il capitalismo. Continue reading

(it-en-fr) Tolosa, Francia: Alcuni pneumatici fanno pssssiiiiiit (maggio 2020)

Tolosa, Francia: Alcuni pneumatici fanno pssssiiiiiit (maggio 2020)

In questi ultimi giorni, a Tolosa, una leggera epidemia di pssssiiiiiit ha contaminato alcuni pneumatici.

Questo mondo ci disgusta. Era già orribile prima ed è evidente che peggiora. Le imprese e le istituzioni che lo fanno funzionare e ne traggono dei benefici sono ovunque. Ci sono talmente tante ragioni di attaccarle! Visto che mettono i propri nomi sui loro veicoli, per farsi della pubblicità, e dato che può essere un metodo discreto e non troppo complesso, abbiamo approfittato dell’occasione offertaci per mandare qualche piccola punzecchiatura appuntita (a diversi dei loro pneumatici, per complicarne l’assistenza). Un modo di partecipare alle diverse rabbie che scoppiano e che ci piacciono. Continue reading

(it-en-fr) Filadelfia, USA: Attacco incendiario contro una antenna per le telecomunicazioni da parte del gruppo anarchico “Bristling Badger Brigade” (01/05/2020)

Filadelfia, USA: Attacco incendiario contro una antenna per le telecomunicazioni da parte del gruppo anarchico “Bristling Badger Brigade” (01/05/2020)

Un altro primo maggio, un’altra antenna-ripetirore per le telecomunicazioni incendiata. Un piccolo atto nelle prime ore, ma un’escalation oltre la norma. E non intendiamo tornare mai più alla “normalità”. Non conosciamo la differenza tra 4G e 5G. Tutto quello che sappiamo è che non vogliamo niente di tutto ciò.

La vicinanza dell’antenna a un cantiere ferroviario, all’ufficio di un’importante azienda farmaceutica e ad altre imprese militari/mercenarie del Philadelphia Navy Yard era intesa a interferire con le loro operazioni, per quanto ridotto fosse l’impatto. Questa azione dovrebbe essere anche un promemoria del fatto che nessuno è intoccabile se si ha la giusta determinazione. E questo particolare atto è stato abbastanza facile. Continue reading

(it) Italia: 25 aprile. Segnali di ammutinamento (25/04/2020)

https://ilrovescio.info/wp-content/uploads/2020/04/25aprile.jpgItalia: 25 aprile. Segnali di ammutinamento (25/04/2020)

Trentino

L’appello a violare le misure di confinamento durante la giornata del 25 aprile è stato raccolto in modo piuttosto variegato e creativo. A Trento, un gruppo di compagni e compagne è sceso in strada nel quartiere di San Pio X, mantenendo le distanze di sicurezza e dimostrando che è possibile ritrovarsi in strada, all’aria aperta, tutelando la propria e altrui salute. Il gruppo – con lo striscione “Responsabili, non ubbidienti. Resistenza ora e sempre” – è rimasto in strada per una buona mezz’ora, con interventi, musica e cori; qualche solidale e abitante del quartiere si è avvicinato, poi è arrivato un ingente quantitativo di forze dell’ordine che hanno provato ad identificare e fermare i presenti. Il tentativo degli sbirri non è andato a buon fine ed il gruppo si è allontanato intonando cori e salutando le persone affacciatesi dai balconi. Sempre in giornata c’è stato un saluto ai detenuti di Spini di Gardolo. Continue reading

(it-fr) Italia: Pensiero stupendo

https://finimondo.org/sites/default/files/Heartfield-peace%2Band%2Bfascism350x500.jpgItalia: Pensiero stupendo

Un fatto di cronaca locale. Non si sa quando, non si sa chi, non si sa perché, si sa solo dove. E ciò basta per aprire il cuore, anche se ciò che è successo pare non abbia avuto molto successo. Ma, come si sa, in certe cose è il pensiero che conta.

Un pensiero come quello che lo scorso fine settimana qualcuno ha lasciato sul muro di cinta di una ditta, alla periferia di Lecce. Non era un manifesto, né una scritta, no, era una pentola piena di benzina con attaccate un paio di bombolette di gas, il tutto corredato da un innesco rudimentale forse difettoso. Una grande fiammata c’è stata, l’esplosione no. Nel darne notizia, gli organi di informazione locali non sanno specificare quando ciò sia avvenuto. Boh, tra venerdì 24 aprile sera a lunedì 27 aprile mattina? Non dicono nemmeno chi possa essere stato, e per quale motivo. Boh, un atto di intimidazione o di ritorsione da parte di qualche malavitoso o squilibrato? In compenso sono stati molto precisi sul dove si sia verificato: in via del Platano 7, nel rione Castromediano, sede della Parsec 3.26. Continue reading