(it-en) Italia: Natascia, arrestata per l’operazione “Prometeo”, è stata trasferita nel carcere di Piacenza

Italia: Natascia, arrestata per l’operazione “Prometeo”, è stata trasferita nel carcere di Piacenza

Apprendiamo del trasferimento, avvenuto il 30 luglio, dell’anarchica Natascia Savio dal carcere dell’Aquila a quello di Piacenza. Natascia è stata arrestata il 21 maggio 2019 nel contesto dell’operazione repressiva “Prometeo” assieme ad altri due compagni, Robert e Giuseppe. Questi ultimi sono stati recentemente anch’essi ulterioremente trasferiti, rispettivamente nelle carceri di Bancali (Sassari, in Sardegna) e Rossano Calabro (provincia di Cosenza).

Ricordiamo che la principale accusa contro i compagni è di “attentato con finalità di terrorismo o di eversione”, poiché ritenuti responsabili dell’invio di tre pacchi-bomba arrivati nel giugno 2017 ai p. m. Rinaudo (pubblico ministero in parecchi processi contro il movimento antagonista e gli anarchici) e Sparagna (pubblico ministero nel processo per l’operazione “Scripta manent”) e a Santi Consolo, all’epoca direttore del DAP (“Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria”) di Roma. Non sono accusati di alcun reato “associativo” (come gli art. 270 o 270bis, c. p.).

A seguito del trasferimento di Natascia nel carcere di Piacenza, solo la compagna anarchica Anna Beniamino (arrestata a settembre 2016 per l’operazione “Scripta Manent” e condannata ad aprile di quest’anno a 17 anni di carcere) resta detenuta nella sezione AS2 de L’Aquila, sezione contro cui le anarchiche lì prigioniere attuarono lo sciopero della fame dal 29 maggio fino agli ultimissimi giorni di giugno, cui hanno aderito anche altri compani prigionieri in altre carceri.

Qui gli indirizzi degli arrestati per l’operazione “Prometeo”:

Natascia Savio
C. C. di Piacenza
strada delle Novate 65
29122 Piacenza

Robert Firozpoor
C. C. di Sassari – Bancali
strada provinciale 56, n. 4
Località Bancali
07100 Sassari

Giuseppe Bruna
C. R. di Rossano Calabro
Contrada Ciminata snc
87064 Corigliano-Rossano (Cs)

_________________________________________________________________

Italy: Natascia, arrested for the “Prometeo” operation, was transferred to the prison of Piacenza

We learn of the transfer, which took place on July 30th, of the anarchist Natascia Savio from the prison of L’Aquila to that of Piacenza. Natascia was arrested on May 21st 2019 in the context of the repressive operation “Prometeo” (“Prometheus”) along with two other comrades, Robert e Giuseppe. The last two have also recently been transferred further, respectively to the prisons of Bancali (Sassari, in Sardinia) and Rossano Calabro (province of Cosenza).

We recall that the main accusation against the comrades is of “attack with the purpose of terrorism or subversion”, as they are held responsible for sending three bomb packages arrived in June 2017 to the public prosecutors Rinaudo (prosecutor in several trials against the antagonist movement and the anarchists) and Sparagna (prosecutor in the trial for the “Scripta Manent” operation) and Santi Consolo, at the time director of the DAP (“Department of Penitentiary Administration”) in Rome. They are not accused of any “associative” crime (such as articles 270 or 270bis, penal code).

Following the transfer of Natascia to the prison of Piacenza, only the anarchist comrade Anna Beniamino (arrested in September 2016 for the “Scripta Manent” operation and sentenced to 17 years in prison in April this year) remains detained in the section AS2 of L’Aquila, a section against which the anarchist prisoners held there carried out the hunger strike from 29 May until the very last days of June, which were also joined by other comrades in other prisons.

Here the addresses of those arrested for the “Prometeo” operation:

Natascia Savio
C. C. di Piacenza
strada delle Novate 65
29122 Piacenza

Robert Firozpoor
C. C. di Sassari – Bancali
strada provinciale 56, n. 4
Località Bancali
07100 Sassari

Giuseppe Bruna
C. R. di Rossano Calabro
Contrada Ciminata snc
87064 Corigliano-Rossano (Cs)